Titolo originale: Totò al Giro d’Italia

Regia: Mario Mattoli

Paese: Italia

Anno: 1948

Genere: Commedia

Durata: 88 min

Colore: Bianco e nero

Audio: Italiano

Soggetto Vittorio Metz, Marcello Marchesi

Sceneggiatura: Vittorio Metz, Marcello Marchesi, Steno (Stefano Vanzina)

Fotografia: Tino Santoni

Montaggio: Giuliana Antenni

Scenografia: Piero Filippone

Costumi: Werther

Musica: Nino Rota

Produzione: Ente Nazionale Industrie Cinematografiche (ENIC)

 

CAST

Prof. Toto’ Casamandrei: Totò

Doriana: Isa Barzizza

Signora Casamandrei (madre del professore): Giuditta Rissone

Bruno, il giornalista: Walter Chiari

Dante Alighieri: Carlo Ninchi

Nerone: Luigi Catoni

Renato Stella, allenatore: Mario Castellani

Il Diavolo: Carlo Micheluzzi

Miss Italia: Fulvia Franco

Gervasia: Alda Mangini

Armando, il meccanico: Ughetto Bertucci

Conte: Se stesso

Giovanni, il radiocronista: Mario Riva

Augusto, il cuoco: Vinicio Sofia

Enrico, il cameriere: Luigi Pavese

Il commissario: Eduardo Passarelli

Il Sindaco: Loris Gizzi

 

Interpretano loro stessi: Fausto Coppi, Gino Bartali, Fiorenzo Magni, Ferdy Kubler, Giordano Cottur, Gianni Ortelli, Oreste Conte, Adolfo Consolini, Louison Bobet, Alberic Schotte, Amos Matteucci, Jean-Pierre Wimille, Ulisse Lorenzetti, Di Segni, Amedeo Deiana, Aldo Spoldi, Giuseppe Tosi, Camillo Achilli e Tazio Nuvolari.

 

TRAMA

Il professor Casamandrei, insegnante in un liceo bresciano, partecipa come membro della giuria al concorso di Miss Italia, dove si innamora di Doriana, anch’essa giurata. Le dichiara il suo amore. Lei non lo corrisponde, ma si dice disposta a sposarlo solo dopo che avrà vinto il Giro d’Italia. Il professore, incapace di andare in bicicletta, è disposto a tutto pur di vincere e conquistare la bella Doriana, fino a quando – distrattamente – vende l’anima al diavolo. Al Giro vince facilmente tutte le tappe, tra lo stupore di tutti e la rabbia dei numerosi campioni che vi prendono parte. Resosi però conto del patto mortale, che quindi senz’anima morirà, cerca e ottiene, nonostante gli impedimenti dello stesso Belzebù, di ritirarsi prima della tappa conclusiva. Riuscirà ugualmente a sposare l’amata.

 

NOTE

Dante compare come personaggio che incontra il diavolo mentre questi si appresta a tentare il professor Casamandrei. Felice il cammeo con Nerone, mentre Dante recita: “Italia, Italia di dolore ostello”. Dante torna, nel corso del film, per commentare gli sviluppi della storia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *