Titolo originale: Drums of Love (La legge dell’amore)

Regia: David W. Griffith

Paese: Usa

Anno: 1928

Genere: drammatico

Durata: 100 minuti (9 rulli)

Colore: bianco e nero

Audio: muto

Sceneggiatura: Gerrit J. Lloyd

Fotografia: G.W. Bitzer, Harry Jackson, Karl Struss

Montaggio: James Smith

Musiche: Charles Wakefield Cadman, Sol Cohen (musiche originali)

Scenografia: William Cameron Menzies

Costumi: Alice O’Neill

Produzione: D.W. Griffith Productions per Art Cinema Corporation, United Artists, USA

 

CAST

Principessa Emanuella: Mary Philbin

Duca Cathos de Alvia: Lionel Barrymore

Conte Leonardo de Alvia: Don Alvarado

Bopi: Tully Marshall

Raymond di Boston: William Austin

Duchessa de Alvia: Eugenie Besserer

Duca de Granada: Charles Hill Mailes

Cameriera: Rosemary Cooper

Sorellina: Joyce Coad:

non accreditata: Ethel Jackson

Leonardo da bambino (non accreditato): Billy Seay

 

TRAMA

Dopo la scoperta che il padre è in rovina e la sua vita in pericolo, la principessa Emanuella gli salva la vita sposando il Duca Cathos De Alvia, un orribile gobbo. In realtà, però, lei ama Leonardo, l’attraente fratello di lui. I due avevano già avuto una relazione, prima del matrimonio e continuano a vedersi segretamente. Cathos alla fine scopre il tradimento del fratello e di sua moglie e per questo pugnala a morte entrambi gli amanti.

 

NOTE

Distribuito dalla United Artists, il film – presentato da D.W. Griffith – uscì nelle sale cinematografiche USA il 31 marzo 1928. Il 24 gennaio era stato presentato in prima a New York. L’originale finale tragico venne rigirato e sostituito con un happy ending. Ambedue le versioni esistono ancora. Copia della pellicola, un positivo a 35 mm, si trova negli archivi della Mary Pickford Foundation.

«Princess Emmanuella agrees to marry the Duke of a neighboring kingdom in order to keep the peace between their two countries. However, when the duke’s handsome brother arrives to escort her to her new husband, she finds herself attracted to him, and even more so when she discovers that her future husband, whom she has never met, is ugly, brutish and deformed».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *